La Duchessa (Film) – La Recensione

La storia è incentrata sulla bella Georgiana Spencer (Keira Knightley), che verso la fine del ‘700 sposò, giovanissima, il più vecchio duca del Devonshire. La donna divenne un simbolo per le sue doti di eleganza, eccentricità e capacità politiche, che la resero anche fervente attivista dei nuovi movimenti inneggianti all’uguaglianza degli uomini. Oltre a questo, al centro della scena sono il rapporto col freddo marito, che non la amava e la tradiva apertamente, e la continua ricerca di quell’amore vero che le mancava sono al centro della pellicola, così come il sacrificio per i figli e l’amore di una madre.

La Duchessa è un film molto ben realizzato sotto il profilo della sceneggiatura e dei costumi. La regia, razionale e intelligente, non vuole creare il cattivo di turno, come si potrebbe pensare vista l’antipatia che può crescere nello spettatore verso il personaggio del freddo e maschilista duca, ma sembra più trattare con disinvoltura quelle che, un tempo, erano consuetudini, che vedevano le donne come oggetto e utili solo per fare figli. La mancanza di stereotipi nei personaggi e nei loro dialoghi rende quindi decisamente più gradevole il film, senza farlo scadere nel classico drammone in costume: le sofferenze, le passioni e la forza di volontà della donna sono in questo modo rese di maggiore impatto e credibilità. Film molto curato e mai esasperato nella sua drammaticità.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *